Categories

Affresco digitale di Villa Sarsina

Sistema di proiezione dell’affresco nella sala centrale di Villa Sarsina ad Anzio (LT)
Il progetto richiedeva di studiare un sistema per proiettare un affresco “di luce” come completamento del restauro di Villa Sarsina; l’affresco originale e’ stato stilizzato per poterlo proiettare nelle sue linee di costruzione e utilizzare cosi’ diapositive stampate su vetro per un effetto piu’ luminoso di una videoproiezione.

Copertina progetto

L’affresco digitale, nel progetto, e’ configurato come una installazione permanente composta anche da un totem multimediale che contiene riferimenti storico/culturali attinenti all’affresco stesso e al suo tempo.
Interagendo con il totem, le zone dell’affresco di cui tratta la narrazione vengono “colorate” utilizzando la ricostruzione dell’immagine originale; contemporaneamente la sala deve essere anche utilizzata come municipio, e quindi essere in grado di ospitare riunioni.

Idea progetto

Il sistema di illuminazione e’ stato quindi integrato nel sistema “affresco” per riuscire a rendere la fruizione dell’installazione√ā sempre a luce ottimale.
Per visualizzare l’immagine sulla cupola, si e’ pensato a diaproiettori remotati via DMX, contenenti piu’ “slide”; ogni diaproiettore copre una porzione dell’immagine, per ogni zona e’ quindi possibile passare dall’immagine al tratto a quella pittorica, cambiando slide.

Schema funzionamento

L’immagine da proiettare viene prima mappata su un modello tridimensionale della cupola per ottenere un’immagine in grado di compensare la distorsione della curva della cupola.
Ogni diaproiettore e’ accoppiato con una Flood Light da 1000W, dimmerata con dimmer in catena DMX.
Tutti i segnali DMX vengono generati dal totem interattivo “Friendly Way” per uniformare la gestione di luce e immagini.

Affresco digitale

Share